Le vendite online in Europa cresceranno di 298 miliardi di dollari nei sei anni compresi tra il 2020 e il 2025. Per far fronte a questo incremento di domanda, il mercato avrà bisogno di 298 milioni di mq di spazi logistici e di distribuzione. È quanto emerge dal nuovo report di Cbre: negli ultimi cinque anni, le vendite tramite E-Commerce in Europa sono cresciute del 150% passando dal 7% del totale nel 2015 al 13% nel 2020.

Secondo Cbre, ogni miliardo aggiuntivo di dollari prodotto dall’E-Commerce, a livello globale, comporterà la necessità di un milione di metri quadri di nuovo spazio logistico. Le vendite tramite E-Commerce nel mondo cresceranno di 1,5 trilioni di dollari nei prossimi cinque anni: sarà quindi necessario creare 1,5 miliardi di metri quadri di spazi logistici destinati all’eCommerce, 298 milioni dei quali in Europa.

Sud Corea, Cina e Regno Unito sono i mercati con la più alta penetrazione di E-Commerce, abbondantemente superiore al 20%, con picco del 35% per la prima in classifica, la Sud Corea. Molto più bassa la posizione dell’Italia, che non raggiunge il 10% di penetrazione e per la quale si prevede, nei prossimi cinque anni, una crescita di circa 5 punti percentuali, per arrivare quindi al 13%.

Per giungere a queste conclusioni, Cbre ha considerato alcuni fattori trainanti (driver) come la percentuale di popolazione residente nelle aree urbane, l’uso di carte di debito e credito, le competenze digitali e l’infrastruttura.